Eigenmietwert

Quale rappresentante del settore elettrico, l'USIE si impegna per un totale cambiamento del sistema inerente al valore locativo.

Negli ultimi due decenni, il valore locativo – un’entrata fittizia corrispondente a ciò che i proprietari di abitazioni ad uso proprio otterrebbero in caso di locazione – è stato più volte oggetto del dibattito politico. Nel 2012 si è svolta l’ultima iniziativa popolare federale (“Sicurezza dell’alloggio per i pensionati”) in merito a questo tema. In tale occasione, si richiedeva l’introduzione di un diritto d’opzione per i proprietari di abitazioni al raggiungimento dell’età pensionabile. Essi avrebbero dovuto poter scegliere fra il sistema attualmente in vigore e la rinuncia all’imposizione del valore locativo, mantenendo le deduzioni per determinati interventi (quelli finalizzati al risparmio energetico, alla protezione dell’ambiente e alla conservazione dei monumenti) e per la manutenzione. La proposta è stata rigettata. L’abolizione del valore locativo con il mantenimento delle possibilità di deduzione avrebbe portato a una disparità di trattamento dei proprietari di abitazioni nonché a una complicazione del diritto fiscale.

Una mozione analoga (Moz. 13.3083 “Sicurezza dell'alloggio. Possibilità di esercitare una volta il diritto d'opzione in ambito di valore locativo.”) è stata respinta ad agosto 2017 dal Consiglio degli Stati. Nonostante ciò sembra davvero giunto il momento di apportare delle modifiche al sistema. Sulla base di un’iniziativa (In. par. 17.400 “Cambiamento di sistema nell’ambito dell’imposizione della proprietà abitativa”), la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-CS) deve elaborare un progetto. L’USIE accoglie con favore questa decisione e si impegna affinché venga attuato un cambiamento completo del sistema – soppressione dell’imposizione del valore locativo e di tutte le possibilità di deduzione fiscale.

A suo parere, gli argomenti a favore sono i seguenti:

  • un cambiamento totale porta a una semplificazione del sistema fiscale.
  • il mantenimento delle possibilità di deduzione (es. costi di manutenzione) pregiudica l’abolizione, prevista da tempo, dell’imposizione del valore locativo. I problemi sollevati in fase di discussione in merito al “deterioramento del patrimonio edilizio” e al “lavoro nero” devono essere risolti in un altro modo.
  • si evitano inaccettabili disparità fra i locatari e i proprietari di abitazioni, cosa che porterà a una maggiore accettazione del cambiamento del sistema.
  • Il sistema attuale propone dei falsi incentivi: esso promuove l’indebitamento, in quanto il rimborso dei debiti ipotecari per i proprietari di immobili non è vantaggioso.
  • Su scala internazionale, la Svizzera appartiene ai paesi con un indebitamento molto elevato delle economie domestiche private. Ciò mette a repentaglio la stabilità dei mercati finanziari, specie nell’ottica di un eventuale innalzamento dei tassi d’interesse.