Norme nel settore elettrico

La sicurezza e la corretta realizzazione di installazioni elettriche sono priorità assoluta per l'USIE e per i suoi membri.

Nei gruppi di lavoro di IEC (internazionale), CENELEC (europeo) ed Electrosuisse / CES (nazionale) oltre 850 esperti provenienti da diversi settori elaborano le basi di nuove norme. In un processo a più fasi, passando per la proposta, la bozza e la votazione, i testi delle norme approdano alla norma definitiva.

Per questo è importante per l'USIE in quanto rappresentante del settore elettrico, collaborare ai comitati tecnici (TK) ed apportare la propria esperienza. Norme e standardizzazioni ben concepite contribuiscono infatti all'elevato livello del settore elettrico svizzero.

NIBT

Obiettivo della Norma sugli impianti a bassa tensione (NIBT) è garantire la sicurezza di persone, animali e beni materiali da pericoli e danni derivanti dall'usuale utilizzo di impianti elettrici.

La NIBT o SN 411000 contiene regole per la pianificazione, la realizzazione e la verifica di impianti elettrici con tensioni nominali fino a 1000V AC o 1500V DC. Essa si fonda sulla Legge sugli impianti elettrici (LIE), sull'Ordinanza sulla corrente forte, sull'Ordinanza sui prodotti elettrici a bassa tensione (OPBT) e sull'Ordinanza sugli impianti a bassa tensione (OIBT).

La NIBT viene pubblicata da Electrosuisse, che la cura, rinnova e sviluppa nel comitato tecnico 64 (TK64) in collaborazione con rappresentanti provenienti da associazioni e settori vari. L'USIE è membro del TK64, dove rappresenta gli interessi e le istanze del settore elettrico.

Rapporto di sicurezza

Secondo le disposizioni dell'OIBT gli impianti elettrici devono essere sottoposti a controllo dopo la realizzazione ma anche a scadenze regolari (periodi). Il proprietario o il rappresentante da esso designato vigila affinché le installazioni elettriche siano conformi alle richieste delle regole riconosciute della tecnica (NIBT).

Almeno 6 mesi prima della scadenza del periodo di controllo, i gestori di rete invitano per iscritto i proprietari di installazioni elettriche alimentate dalla propria rete di distribuzione a bassa tensione a presentare un Rapporto di sicurezza entro la fine del periodo di controllo.

La verifica delle installazioni deve avvenire tramite un organo di controllo indipendente che effettua i controlli tecnici su commissione del proprietario e registra i risultati delle misurazioni nel relativo Rapporto di sicurezza (RaSi). L'ESTI tiene l'elenco dei soggetti abilitati al controllo in Svizzera.

L'USIE, insieme a Electrosuisse, ESTI, ASCE e AES, mette a disposizione dei propri membri il formulario per la stesura del Rapporto di sicurezza (RaSi). Per i controlli di impianti fotovoltaici (RaSi PV) è disponibile un formulario separato.